ISO 39001:2012

Road Traffic Safety Management Systems

1
L'incidentalita' stradale
Ogni giorno muoiono 3.400 persone per le strade del mondo. Ogni anno 10 milioni sono le persone ferite o rese disabili. Bambini, pedoni, ciclisti e anziani sono i più deboli sulle strade.
continua
 
2
La norma ISO 39001
Ma ora esiste uno strumento in più. Dal 2012 lo standard ISO 39001 può aiutare le Organizzazioni a ridurre l'incidentalità stradale. Raggiungere un obiettivo condiviso ora è possibile. 
continua
 
3
I benefici
A beneficiarne saranno tutti gli utenti della strada. Un obiettivo sociale per strade più sicure. Meno incidenti significa ridurre i costi per i cittadini e per le Organizzazioni. 
continua
 
 

ISO 39001:2012

Le norme ISO a sostegno dell’iniziativa ONU per la sicurezza stradale


Con oltre 200 norme pubblicate che contribuiscono a rendere le strade più sicure, ISO offe un apprezzabile sostegno all’iniziativa Decade of Action for Road Safety 2011-2020 lanciata dalle Nazioni Unite.

I dati: gli incidenti stradali sono diventati la principale causa di morte tra i giovani di età compresa tra 15 e 29 anni. Sulle strade muoiono approssimativamente ogni anno 1,3 milioni di persone, un dato che fa degli incidenti stradali la nona causa di morte a livello mondiale, mentre gli incidenti non mortali coinvolgono annualmente tra i 20 e i 50 milioni di feriti. In molti paesi le cure di emergenza e altri servizi di supporto per le vittime della strada sono inadeguati. Per finire, la presa in carico di questi incidenti – spesso evitabili – sovraccarica inevitabilmente i servizi sanitari già saturi.

Attraverso i due comitati tecnici ISO/TC 22 "Road safety" e ISO/TC 204 "Intelligent transport systems", l’ISO ha negli anni elaborato più di 800 norme dedicate al settore automobilistico, delle quali più di 200 relative specificatamente alla sicurezza stradale. Molto attesa e di grande impatto sarà la futura norma ISO 39001 “Road-traffic safety management systems – Requirements with guidance for use” relativa ai sistemi di gestione della sicurezza stradale, in corso di elaborazione.

Per il segretario generale ISO Rob Steels “questa iniziativa è l’occasione per prendere misure concrete a livello globale su un tema che riguarda tutti, paesi sviluppati e paesi in via di sviluppo. Sono numerose le minacce che riguardano la salute e la sicurezza dei cittadini e che necessitano maggiore attenzione, ma l’ampiezza e l’impatto dei dati rilevati sugli incidenti stradali grida un’azione rinforzata e concertata. ISO è orgogliosa di contribuire con il proprio know-how a questa sfida che richiede un intervento immediato”.

Il decennio di azione 2011-2020 prevede un Piano mondiale che delinei le misure volte a migliorare la sicurezza delle strade e dei veicoli, a potenziare i servizi d’emergenza e, più in generale, la gestione della sicurezza stradale. Si chiede altresì di rinvigorire la legislazione - e la sua applicazione – relativamente all’utilizzo del casco, delle cinture di sicurezza e dei dispositivi di ritenuta per bambini e di intensificare la battaglia contro la guida in stato di ebbrezza e gli eccessi di velocità. Oggi solo il 15% dei paesi dispone di una legislazione in grado di affrontare tutti questi elementi.

Se correttamente attuate, le attività racchiuse nel Piano mondiale potranno salvare 5 milioni di vite e prevenire 50 milioni di incidenti gravi nel corso del decennio 2011-2020. Vale la pena tentare.

Dati incidenti UE

Le statistiche 2015 sulla sicurezza stradale pubblicate oggi dalla Commissione europea confermano che le strade europee restano le più sicure al mondo, sebbene la riduzione del numero di vittime della strada abbia recentemente subito un rallentamento. L'anno scorso 26 000 persone hanno perso la vita sulle strade dell'UE, 5 500 in meno rispetto al 2010, mentre non si registra alcun miglioramento a livello di UE rispetto al 2014.

Approfondisci

Dati Istat 2015

Nel 2015 si sono verificati in Italia 174.539 incidenti stradali con lesioni a persone, che hanno provocato 3.428 vittime (morti entro il 30° giorno) e 246.920 feriti. Per la prima volta dal 2001 aumentano le vittime della strada (+1,4% sull’anno precedente) mentre rallenta, ma non si ferma, il calo di incidenti (-1,4% su anno) e feriti (-1,7%).

Approfondisci

Chi siamo

Il sito vuole essere un puro strumento di comunicazione e di diffusione della norma ISO 39001, al fine di far conoscere a più persone possibile le potenzialità della pubblicazione della norma. Il sito è gestito da Trafficlab: uno studio del traffico e di sicurezza stradale che si occupa di aiutare le pubbliche amministrazioni sulle tematiche di sicurezza stradale e trasporti. Questo sito è un contenitore di informazioni sulla norma ISO 39001:2012, di analisi e raccolta di documenti sulla sicurezza stradale. Vuole dare anche la possibilità alle Organizzazioni certificate di inserire i propri progetti e farsi conoscere.

 

Restiamo in contatto

 Contattaci per avere informazioni sulla norma o per fare conoscere la tua Organizzazione certificata.

Tel +39 0173 471 157

 Mail info [at] trafficlab.eu

Linkedin group